Documentario sull’alimentazione

Pubblicato in Home | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Coreografia

Pubblicato in Home | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

Una bellissima storia!

grazia giglio

Erano oltre 10 anni che Grazia provava ad avere un figlio senza farcela. L’età andava avanti e la probabilità di riuscirci era sempre più bassa. Le ho insegnato la visualizzazione però, diversi mesi dopo, non aveva ottenuto ancora nessun risultato. Il mio intuito mi ha fatto capire che non aveva raggiunto l’obiettivo perché non era veramente convinta che funzionasse (dato che prima aveva già provato di tutto), quindi le ho suggerito di mettere in pratica l’esperimento dei fagioli.

Grazia l’ha fatto nel mese di agosto, è andato tutto come previsto e quello stesso mese è rimasta incinta! La gravidanza è stata perfetta e ora ha una figlia di nome Chiara che ha affettuosamente soprannominato “fagiolina”, in segno di gratitudine all’esperimento che ha cambiato la sua vita! Dopo Chiara è nata anche Letizia e ora sono una famiglia felice.

Testo estratto dal libro Visualizzazione – Il potere di trasformare la realtà
www.visualizzazione.it

Pubblicato in Home | Lascia un commento

Un grande insegnamento da imparare!

Diana rid rid

Per anni Diana ha seguito le mie lezioni e ha imparato l’esperimento dei fagioli. Affascinata dal potere mentale, che in lei era latente, ha deciso di metterlo alla prova. L’esperimento era cominciato bene, con il fagiolo visualizzato che cresceva molto più dell’altro come previsto, finché alcuni giorni dopo ha sognato che l’altro fagiolo — quello che non era stato visualizzato ed era più piccolo — era cresciuto di più e aveva perfino superato il fagiolo a cui dedicava la propria attenzione.

Quando si è svegliata i germogli dei due fagioli avevano la stessa dimensione, quindi il secondo era cresciuto di diversi centimetri nell’arco di una nottata! Che questa esperienza ci serva da esempio per diventare consapevoli del potere della visualizzazione creativa durante il sonno e del tempo che possiamo investire in visualizzazioni positive mentre dormiamo. Un suggerimento prezioso è quello di lasciare che una parte del cervello lavori su di un obiettivo personale specifico durante le ore di sonno. Anni dopo Diana ha lasciato Roma per tornare a Lima (Perù), città in cui abita la sua famiglia. Siccome doveva rifarsi una vita, ha immaginato ciò che l’avrebbe resa felice: vivere in una casa con giardino, lavorare nel settore della cultura e con molto denaro intorno. Come risultato delle visualizzazioni, è andata a vivere in una casa con giardino, quella dei suoi genitori con i quali vive; lavora all’Istituto Italiano di Cultura a Lima, però come commercialista, quindi gestisce e vede molto denaro che però non è mai suo.

Conclusione di questa storia: è necessario rendere le visualizzazioni meno vaghe e più precise. Non è sufficiente immaginare molto denaro, è necessario specificare che sia il tuo! Se desideri, per esempio, stimolare il tuo fegato, non basta immaginare un fegato sano e arancione, è necessario farlo con il tuo.

Testo estratto dal libro Visualizzazione – Il potere di trasformare la realtà

www.visualizzazione.it

Pubblicato in Home | Lascia un commento

Una visualizzazione impressionante!

Roberta gnoli

Roberta Gnoli è una studentessa di Biologia a Roma. Dopo una lezione, mi chiede di orientarla con lo scopo di aumentare la media dei suoi voti all’università. Le ho suggerito di fare alcuni esercizi del DeROSE Method per l’aumento della ventilazione, ossigenazione e irrorazione sanguigna del cervello, con il conseguente potenziamento immediato delle capacità intellettive. Le ho insegnato anche tecniche di concentrazione e di gestione emozionale per raggiungere un livello superiore di produttività nello studio e negli esami.

Le ho spiegato come usare la visualizzazione nel suo caso specifico, immaginando con chiarezza il voto ambito. Nei primi due esami di una materia aveva preso 22 e 25: ha iniziato a visualizzare sempre il 30 e nel terzo e ultimo esame le hanno dato proprio 30. La cosa più incredibile è che il voto finale, che risultava dalla media aritmetica dei tre, è stato 30! Nella sua università nessuno è mai riuscito a capire come ciò sia potuto accadere.

Ovviamente questo risultato non sarebbe mai stato raggiunto se Roberta si fosse limitata solo a visualizzare senza studiare. Anche questo caso conferma che l’applicazione simultanea dell’impegno con visualizzazioni costanti produce risultati sorprendenti che vanno ben oltre la logica naturale degli avvenimenti.

Testo estratto dal libro Visualizzazione – Il potere di trasformare la realtà
www.visualizzazione.it

Pubblicato in Home | Lascia un commento

Un esempio di enorme successo!

pirami

Roberto Pirami è un batterista di enorme talento. Anni fa non conosceva ancora la visualizzazione però già la usava inconsciamente. Quando si allenava con la batteria, immaginava di suonare insieme ai suoi artisti preferiti: Iron Maiden, Vinnie Moore e Michael Angelo Batio.

La sua più grande realizzazione è stata quella di essere chiamato anni dopo da questi stessi musicisti per suonare insieme! Ormai ha imparato a usare attivamente la visualizzazione, ha usato questa capacità per la propria realizzazione professionale e ha aperto una scuola di batteria di enorme successo a Roma!
www.robertopirami.com

Testo estratto dal libro Visualizzazione – Il potere di trasformare la realta’
www.visualizzazione.it

Pubblicato in Home | Contrassegnato , , | Lascia un commento

L’intuizione

intuizione lampadina

Penso 99 volte e non scopro niente.
Smetto di pensare, mi immergo nel silenzio
e la verità mi si rivela.

Albert Einstein

Intuizione è una parola latina che significa entrare dentro con lo sguardo. E’ uno stato esteso della coscienza che va oltre la razionalità e la comprensione logica. Esiste in un livello della coscienza diverso dall’emozionale e più sottile e profondo del mentale.

La saturazione di informazioni e pensieri in cui viviamo ogni giorno blocca il canale dell’intuizione, che trascende l’intelletto ed è ancora più lucido e meno fallibile della via razionale. La mente è continuamente bombardata da input e da sollecitazioni esterne; finché il cervello è saturo dell’(in)flusso di dati da fuori, si produrranno solamente associazioni mentali ed emozionali. Quando invece blocchiamo questa direzione di acquisizione di informazione, si attiva la direzione opposta, dall’interno verso l’esterno. La nostra coscienza genera conoscenza dalla propria essenza, senza dati acquisiti dall’esterno e senza un ragionamento logico che produca questa profonda saggezza. Di conseguenza, per accedere a questo veicolo della coscienza, bisogna svuotare la propria mente in modo che questa non crei un ostacolo al flusso della conoscenza intuizionale.

Evita di intasare la mente con pensieri ed informazioni eccessivi, devi creare spazio ad un tipo di flusso della coscienza più sottile. Essere continuamente collegato alle reti sociali, la televisione e tutto ciò che mantiene il continuo flusso di dati dall’esterno non aiuta a far emergere l’intuizione, perché ostruisce la mente con informazioni superflue e spesso inutili. Trovare dei momenti della giornata per sé, preferibilmente in un ambiente della natura, gradevole e silenzioso, dimenticando il ritmo frenetico della vita giornaliera, è una buona abitudine per aprire spazio alla vera creatività intuitiva. La capacità creativa può essere mentale o intuizionale, che è molto più innovativa ed originale. E’ l’intuizione che ti dà la vera ispirazione per creare qualcosa di nuovo, mentre la creatività mentale tende a ricalcare qualcosa che già esiste, attraverso associazioni ed elaborazioni razionali.

Quando arrivano le idee geniali è fondamentale non bloccarle con obiezioni e questioni logiche, perché queste idee nascono in una dimensione diversa da quella razionale. Sviluppare l’intuizione ti consente di ‘entrare nel flusso’ e di far emergere la saggezza che c’è già dentro di te, anche se non ne sei ancora consapevole. Ti avvicini alla tua essenza e acquisisci conoscenza per via diretta, senza il filtro dei giudizi mentali che tendono a distorcere la pura percezione della realtà. Le intuizioni aprono uno spiraglio di luce verso l’Assoluto, ti permettono di entrare in un’altra dimensione della realtà, che non ha più bisogno di associazioni mentali che facilmente inducono ad errori di ragionamento.

La pratica del Metodo DeROSE e, in particolare, la meditazione, ti permettono di aprire questo canale della coscienza e ti fa salire ad un livello superiore di lucidità e di consapevolezza. La meditazione, conosciuta tecnicamente come intuizione lineare, associata a tecniche di respirazione, rilassamento ed altre, ti trasmette la capacità di stoppare il vortice di pensieri per stabilizzare ed ampliare la coscienza. Oltre a queste tecniche, è efficace eseguirne anche altre che aumentino la lucidità mentale, come esercizi che migliorino la ventilazione, l’ossigenazione e l’irrorazione sanguigna del cervello. E’ ugualmente importante che tu mantenga uno stile di vita sano, che tu faccia tutto ciò che aumenta la tua energia e migliora la salute.

Per riconoscere l’intuizione è importante sapere che non è il frutto di associazioni, pensieri, riflessioni e conclusioni che prendono il loro tempo per formarsi, ma arriva velocissima ed inattesa. Avviene spontaneamente, non per propria volontà: è quando tu sai qualcosa senza aver ricevuto un dato o un’informazione che ti portassero a quella conclusione. E’ intuizione quando pensi ad una persona, ti giri e la trovi dietro di te, quando qualcuno ti chiama e sai già chi è. Non sai come spiegarla, ma non ci sono dubbi che esiste e che è uno strumento potentissimo per farti andare oltre nella vita.

Quando desideri orientare le intuizioni verso l’area in cui vuoi essere più consapevole, mantieni il tuo focus sull’argomento dove le vuoi avere, mantieniti ricettivo e non fare giudizi su ciò che ti arriva, perfino quando si discosta dalle tue credenze e convinzioni. Evita di rimanere rigido su quello che pensi a tal riguardo ma sii flessibile per accettare una nuova interpretazione della realtà, sicuramente più lucida di quella razionale che spesso è limitata da distorti schemi di pensiero o da informazioni apprese da altri. Le intuizioni arrivano a prescindere se la persona ha una mente aperta o chiusa, quello che fa sorgere questo potere è la capacità di fermare i pensieri, stabilizzando la coscienza e facendola fluire attraverso un canale più sottile e profondo. Se la mente è chiusa, l’intuizione non servirà a molto, perché la ragione – qui poco ragionevole – giudicherà l’insight di sbagliato perché non combacia con la credenza assimilata precedentemente. Se la mente è aperta, aumenta la ricettività per arricchirsi con la nuova conoscenza acquisita. Citando Einstein La mente è come un paracadute. Funziona solo se si apre.

L’intuizione può essere puntuale (come il flash della macchina fotografica) o lineare (come una telecamera accesa durante un periodo di tempo). L’intuizione puntuale può anche avvenire sporadicamente ad alcune persone, invece la lineare solo a rarissime che sono predisposte o hanno fatto un allenamento specifico per svilupparla. Questi flash ti permettono di aprire uno spiraglio su uno stato della coscienza che ti consente di salire ad un livello di chiarezza e lucidità superiori ed essere un passo avanti a tutti gli altri del tuo settore. Immagina una persona intuitiva che lavora nella pubblicità e riesce a sapere con certezza, prima di tutti, qual è il modo migliore di divulgare un prodotto o un servizio. Un artista che esprime la sua intuizione con una creatività originale, che gli permette di manifestare la sua vera essenza attraverso l’innovazione nella sua arte. Un broker che riesce a sapere, prima di tutti, dove investire il suo denaro nella borsa. Una persona che prende al volo la frase perfetta per ottenere il lavoro che desidera, per avere l’opportunità della sua vita o per conquistare la persona amata.

Il Maestro DeRose con un aforisma riassume in maniera brillante l’uso dell’intuizione per la scrittura: Ci sono scrittori che hanno bisogno di ricorrere alle fonti e ci sono quelli che sono le fonti. Linus Pauling, doppio premio Nobel, affermava che le grandi scoperte scientifiche sono intuitive, ma poi lo scienziato ha bisogno di fare gli esperimenti per dimostrare al mondo la validità della sua scoperta. Pauling ha condotto ricerche per oltre dieci anni per risolvere il mistero della formula tridimensionale delle proteine, che nessuno scienziato era mai riuscito a svelare. Un giorno, mentre era a letto per un raffreddore, ha avuto l’intuizione geniale ed è giunto dove gli esperimenti non gli avevano mai permesso di arrivare. Einstein invece ha scritto Non si perviene alle leggi universali per via logica, ma per intuizione.

Quando sogni qualcosa che si avvera, molto spesso sono intuizioni, perché nel sonno sei più ricettivo, i giudizi e i filtri mentali sono poco attivi, ma può essere anche frutto dell’immaginazione notturna che, ripetendosi sufficientemente, funziona come la visualizzazione che fai di giorno. Dunque, puoi aver intuito una realtà futura o aver provocato, te stesso, questa realtà attraverso l’uso inconsapevole dell’immaginazione. E’ ciò che comunemente si chiama di profezia auto-avverante.

Persone con meno formazione accademica hanno tendenza ad essere più intuitive perché hanno la mente meno intasata da informazione e anche perché hanno i filtri mentali meno attivi. Le donne, principalmente le donne mamme, ne sono più predisposte perché l’intuizione è di grande aiuto per la sopravvivenza del figlio. Lei deve sapere se il bambino neonato, che non parla ancora, piange perché ha fame o perché gli fa male un dente.

La capacità intuizionale non c’entra niente con l’istinto, che è tipico degli animali, incluso l’animale uomo. E’ l’istinto che permette al koala appena nato di salire il ventre di sua mamma, aggrappandosi sui peli senza neanche riuscire a vedere, ed andare dritto nella direzione precisa del latte materno, senza il quale morirebbe in poco tempo. E’ l’istinto che permette a tante specie di volare, camminare o nuotare per migliaia di chilometri in una direzione precisa per sopravvivere durante l’inverno o per trovare cibo. L’istinto è innato e esiste per assicurare la sopravvivenza degli animali, invece l’intuizione è esclusiva di alcuni pochi esseri umani.

Carlo Mea
Estratto dal libro ‘CRESCI!
WWW.CARLOMEA.IT

Pubblicato in Home | Lascia un commento

La visualizzazione di Cinzia Mascoli

cinzia mascoli

Cinzia Mascoli è una brillante attrice che sin dal 2005 pratica continuamente il DeROSE Method. Un giorno, insieme a un suo amico, era in grande ritardo e stava per perdere il treno da Roma a Milano per un viaggio importante. Quando si è resa conto del ritardo, ha cominciato a immaginare per strada che il treno l’avrebbe attesa e che appena avrebbe messo piede sul treno le porte si sarebbero chiuse. Ed è successo esattamente così.

Una volta entrata, si è accorta che non aveva i biglietti, perché non aveva avuto tempo per comprarli. Ha detto al suo amico che avrebbe pagato tutto, dato che era sua la responsabilità; però, facendo i conti, ha capito che la somma dei due biglietti più le due multe sarebbe stata troppo alta. Ha immaginato dunque che quel giorno non avrebbe pagato né biglietti né multa. Arrivato il controllore, ha cominciato a spiegare l’imprevisto e lui ha risposto immediatamente signora, non si preoccupi. Incredibilmente, è andato via senza chiedere che pagassero né i biglietti né le multe.

Io non consiglio la ripetizione di questo caso perché la sua applicazione intenzionale sarebbe poco etica, dato che si tratterebbe di un danno economico per l’azienda. Cinzia ha fatto questa visualizzazione perché si è trovata di fronte a un imprevisto e questa visualizzazione le è sembrata la soluzione migliore per risolvere la situazione. Ogni volta che immagini, rifletti se le conseguenze potrebbero danneggiare un’altra persona nel momento in cui quel traguardo si proietta sulla realtà.

Cinzia è anche un esempio perfetto di superamento degli ostacoli: nonostante la sua lunga carriera di successi televisivi, cinematografici e teatrali, in un determinato momento si è trovata in una situazione di stasi professionale. Le opportunità di lavoro erano rare ma, invece di lamentarsi a braccia conserte, ha deciso di agire: non c’erano più buone opportunità, quindi se l’è create, cominciando a girare documentari, mantenendosi attiva e dando lavoro anche ai suoi colleghi.

Quando perfino i documentari non erano più fattibili, per proteggere i diritti degli artisti ha deciso di creare un’associazione che ha come scopo principale assicurare onorari degni a tutti i lavoratori del settore. Con l’associazione creata, Artisti 7607 www.artisti7607.com Cinzia scopre con i suoi avvocati che i diritti d’autore degli attori non venivano mai versati. Questi diritti erano diventati un monopolio dell’IMAIE (Istituto Mutualistico Artisti Interpreti Esecutori) la cui errata amministrazione ha poi portato all’estinzione della società per “incapacità di gestione” e la conseguente perdita di un’enorme quantità di denaro (oltre 130 milioni di euro spariti). Cinzia ha iniziato una coraggiosa battaglia legale contro lo Stato italiano e l’ha vinta, nonostante abbia disturbato alcune figure autorevoli. Grazie a lei molti attori sono oggi consapevoli dei propri diritti e si sono riuniti per costituire la prima società indipendente gestita direttamente dagli artisti. Dall’enorme audacia di una donna, ora gli attori italiani avranno un guadagno economico giusto per i lavori svolti durante la propria carriera.

Cinzia è l’esempio perfetto di come si trasformi una crisi in un’opportunità. Se non fosse stato per la crisi del suo settore, non avrebbe mai pensato di intentare una causa allo Stato.
Questo caso ci fa ricordare una brillante conclusione di George Bernard Shaw: Le persone che si lamentano del proprio stato danno sempre la colpa alle circostanze. Le persone che vanno avanti in questo mondo sono quelle che si danno da fare e cercano le circostanze che vogliono e se non riescono a trovarle, le creano.

Testo estratto dal libro Visualizzazione – Il potere di trasformare la realtà

http://www.carlomea.it/libro.html

Pubblicato in Home | Lascia un commento

Disintossicare l’organismo con l’alimentazione

Pubblicato in Home | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Sviluppo del potenziale umano

Plotino rid

Lo scopo della vita è l’autosviluppo. Sviluppare pienamente la nostra individualità, ecco la missione che ciascuno di noi deve compiere.
Oscar Wilde

Lunedì 12, alle 21.00, potrai partecipare nel corso teorico che ti insegna ad acquisire uno straordinario coraggio, determinazione ed altre capacità essenziali per la tua vita personale e professionale.

Pubblicato in Home | Lascia un commento