Archivi tag: sviluppo personale

Un’emozionante storia sulla visualizzazione

Da bambina sognavo molto ad occhi aperti e immaginavo tante cose fantastiche, ma a differenza di molti non ho perso per strada questa capacità di vedere con la mente. Nello studio ho usato moltissimo la memoria visiva e ho una tale propensione a immaginare diversamente gli spazi e gli arredi di una casa, che spesso dico di avere dentro di me un piccolo architetto.

Il lavoro che faccio ha comunque molto a che fare con la visualizzazione e l’immaginazione perché dal 2007 collaboro come consulente e formatrice con la Max Formisano Training; occupandomi di crescita personale, di pianificazione e raggiungimento degli obiettivi, di utilizzo del gioco nella formazione e di altri argomenti affini è facile capire quanto i miei “superpoteri” di persona estremamente visiva mi siano utili ogni giorno.

In sintesi possiamo dire che io visualizzo da sempre in maniera innata e da un po’ di anni a questa parte ho scoperto come si chiama questa capacità e ne ho affinato l’utilizzo, leggendo e studiando libri come questo di Carlo Mea.

Una delle cose che ho imparato da Carlo è l’importanza dei colori e il loro significato e siccome spesso capita di avere parenti e amici con problemi di salute più o meno gravi, ho preso l’abitudine di fare visualizzazioni che li riguardano utilizzando il verde smeraldo. Per divertirmi un po’ e fare variazioni sul tema ti racconto alcune delle idee che mi sono venute: li ho immaginati tutti mentre nuotano in una piscina di bevanda alla menta, ho immaginato di fare loro dei gavettoni di acqua verde, li ho immaginati correre, rotolarsi e stare sdraiati in un bellissimo prato, ho immaginato di farli passare sotto una specie di scanner con la luce verde (che a seconda dei casi si soffermava in particolare sulla parte del corpo più bisognosa di attenzione), li ho immaginati sotto un fascio di luce verde che li illuminava uno a uno come un attore a teatro, ho immaginato di dipingerli con il pennello, ho visto che si accendevano di verde come delle lampadine, emanando luce propria. Queste sono solo alcune… Ora, questa non è magia e non sempre le persone sono guarite perché i fattori sono tanti, ma fare queste visualizzazioni mi ha portato molta calma, perché mi ha fatto sentire parte attiva nel processo di cura e a volte di guarigione del quale altrimenti sarei stata solo spettatrice impotente. A seconda dei casi ho anche raccontato alle persone quello che stavo facendo e questo le ha fatte sentire amate oltre che averle fatte sorridere con le “stranezze” che visualizzavo. Mi sento di dire che questa tecnica ha migliorato la qualità della vita mia e altrui.

Una storia ancora più strabiliante mi è capitata a cavallo fra il 2012 e il 2013 quando mi sono trovata ad affrontare un periodo molto difficile a livello personale: mi sono separata da mio marito. È un’esperienza comune, ma questo non la rende comunque semplice, per cui ho fatto appello a ciò che sapevo e che insegnavo da anni per uscire dal vortice di pensieri negativi che mi voleva risucchiare. Scrivere è stato molto terapeutico e in genere lo facevo proprio su un diario vecchio stile, ma una volta ho aperto un file, l’ho intitolato “Cosa voglio” ed ho cominciato a descrivere cosa desideravo o meglio “chi” desideravo al mio fianco. Non è stata cosa semplice perché ero in quella fase in cui il file si sarebbe potuto chiudere dopo una semplice e unica frase “Rivoglio mio marito” e invece sono andata avanti abbandonandomi all’immaginazione, lasciando andare gli schemi, le abitudini, i ricordi e lasciando parlare il cuore, ascoltando i desideri più profondi. Ne è venuta fuori una descrizione di cui quasi mi vergognavo, per cui chiuso il file non ho avuto voglia di rileggerlo per molto tempo e poi a un certo punto me ne sono dimenticata.

La mia vita è andata avanti e ho incontrato un’altra persona e, quando oramai la storia era diventata seria e solida, nel passaggio di dati su un computer nuovo ecco che rispunta il file “Cosa voglio”. Lo apro con un po’ di timore e resto sbalordita: la persona che mi era accanto corrispondeva esattamente alla mia descrizione di qualche anno prima! Oggi il “Sig. Cosa Voglio” è mio marito 🙂

Testo di Lilia Pavone

Estratto dal libro Visualizzazione – Il potere di trasformare la realtà– seconda edizione.
VISUALIZZAZIONE

Pubblicato in Home | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Intervista in diretta a Carlo Mea, sull’isometria

https://youtu.be/vD76MXZn-t0

Pubblicato in Home | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

Le foto delle vacanze!

Per vedere le foto migliori del 2016, clicca su questo link:
FOTO 2016

Carlo Mea – Galleria di Arte Moderna
Foto di Juliana Lovato

Cristina Del Vecchio – Corfù

Katy Saunders – The Hamptons (NY)

Katy Saunders – Grecia

Tara Borghese – Grotta Bianca (Capri)

Tara Borghese – Procida

Karuna Wongmaneevan – Bali, Indonesia

Laura Gennari – Aiuruoca – Brasile

Laura Gennari – Sao Sebastiao – Brasile

Mariarita Tarallo – Cascate delle marmore

Mariarita Tarallo – Alpi apuane

Andrea Pontecorvi – Yunar del Salar, Bolivia

Donatella Ripetti – Sabaudia

Daniele Dell’Ariccia – Cham Island (Vietnam)

Federica DeSanctis – Liguria

Massimo Leopardi – Casa ribaltata, Lago Edersee, Germania

Assia Ornelli – Gaeta

Andrea Quintarelli – Angkor Wat, Cambogia

Francesca Frascarelli – Ostia

Francesca Frascarelli – Malta

Gabriele Rosati D’Amico – Città della Pieve (Umbria)

Antonella Scutiero – Brooklyn Bridge Park (NY)

Guity Razmazma – Pemba (Tanzania)

Angela Fumarola – Great Otway National Park, Victoria (Australia)

Marco Ciccozzi – San Vigilio di Marebbe, Trentino-Alto Adige

Pubblicato in Home | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Martedì alle 20.30 al teatro Cassia

https://youtu.be/_dFjt32tgrs

Pubblicato in Home | Contrassegnato , | Lascia un commento

DeRose Art Company per Telethon

https://youtu.be/tGc3BUGu7L0

Pubblicato in Home | Contrassegnato , | Lascia un commento

DeRose Art Company a Roma!

Evolution Instagram ITALIA

Pubblicato in Home | Contrassegnato , | Lascia un commento

La creatività

creativita e intelligenza

La creatività non è altro
che un’intelligenza che si diverte.

Albert Einstein

I bambini sono capaci di prendere 2 semplici oggetti e costruirne una storia fantastica. Mentre la vivono si trasportano veramente in quella realtà, creando un’incredibile astrazione sensoriale dell’ambiente dove si trovano. Purtroppo la scuola e l’università spingono i ragazzi a limitarsi ad un pensiero quadrato ed uniformizzato a paradigmi imposti da condizionamenti che atrofizzano il naturale talento creativo dei più giovani.

La spinta creativa per generare nuove idee, originali e di valore, arricchisce la nostra vita e la rende più colorata e produttiva. Al contrario di ciò che uno potrebbe pensare, non è una capacità utile solamente per gli artisti ma per chiunque, sia nella vita professionale che personale. La creatività ci sprona a migliorarci, a sviluppare i nostri talenti, a trovare la migliore soluzione per le sfide della vita e ad emergere nel lavoro, innovando con qualcosa di originale.

Ci sono tre tipi di creatività: l’emozionale, la mentale e l’intuizionale. La mentale è la più comune e non richiede grande allenamento o predisposizione, solamente concentrazione e la giusta motivazione. Consiste nella generazione di idee basate sull’esperienza, sulla memoria, sulle associazioni logiche ed un ragionamento che richiede tempo ed impegno mentale. Invece la creatività intuitiva è più rara, esiste in persone che si sono allenate con tecniche specifiche (come la meditazione) o già predisposte da questa preziosa capacità. Arriva in un attimo e quando meno te l’aspetti, dato che è indipendente dai processi intellettivi. La creatività d’origine intuizionale è più impegnativa da sviluppare, ma è anche la più brillante ed innovativa.

Ora potrai imparare tanti suggerimenti efficaci per lo sviluppo della creatività. Ricordati che è la messa in pratica di ciò che leggi che innesca il cambiamento, non la lettura in sé.

• Se possibile, scegli un mestiere o un ruolo in cui lavori per passione, invece di lavorare giusto per lo stipendio, che azzera l’entusiasmo e la creatività. Se non è possibile farlo, trova la giusta motivazione per fare ciò che fai. Senza entusiasmo la creatività non viene a galla, rimarrà sempre un talento potenziale e non emerso.

• Visualizzati ogni giorno come una persona estremamente creativa, immagina che hai idee brillanti ed innovative nella tua area. Evita di dire che non sei creativo ed elimina quella convinzione limitante. La creatività è una capacità come le altre, che si può allenare e sviluppare. Solo una piccola parte di questa capacità è genetica, tutto il resto si acquisisce durante la vita.

• Crea una frase da ripetere mentalmente, diverse volte al giorno, sempre affermativa, semplice, corta, nel presente ed associandoti con la creatività, come per esempio Io sono molto creativo!

• Allena la tua concentrazione ed aumenta la tua chiarezza mentale con le tecniche del Metodo DeROSE.

• Le tecniche più efficaci per far scattare l’ispirazione creativa sono gli esercizi di respirazione che migliorano la ventilazione ed ossigenazione cerebrale, la posizione invertita sulla testa e, principalmente, la meditazione, dato che quest’ultima stimola la corteccia prefrontale.

• Mantieni uno stile di vita sano: un alto livello di energia e benessere ti sprona ad un naturale sviluppo delle capacità intellettive.

• Alcuni alimenti predispongono al miglioramento generalizzato delle capacità intellettive, dunque mangia più frutta (in particolare i mirtilli), cacao e utilizza rosmarino, sia nel cibo che come odore.

• Usa il tuo momento della giornata in cui sei più produttivo e con maggiore chiarezza di pensiero. Alcune persone si concentrano meglio ed hanno più energia la mattina; altre, la sera. Scopri il tuo migliore momento e dedicalo alle attività dove vuoi essere più creativo.

• Usa gli oli essenziali, oltre a profumare la tua casa o ufficio, alcuni (neroli, rosa, gelsomino e sandalo) potenziano la capacità creativa. L’odore della cannella è in assoluto il migliore per spronare la vena creativa.

• Alcuni suoni con frequenze specifiche attivano le aree del cervello che aumentano le capacità che vogliamo sviluppare. I suoni più usati per il potenziamento mentale sono i toni isocronici ed i binaurali (questi hanno bisogno di cuffie, i primi no). Questi suoni usano le frequenze alfa e tetha per indurre il cervello a sviluppare le capacità che desideriamo.

• Se non sei mancino, comincia ad usare di più la mano sinistra. Comincia con attività semplici, come afferrare un oggetto, e poi allenati con le più complesse, come scrivere e tutto il resto. L’uso della mano destra stimola l’emisfero sinistro (quello razionale), mentre l’uso della mano sinistra stimola l’emisfero opposto (quello intuizionale). Nonostante la creatività non dipenda esclusivamente dall’emisfero destro, il suo sviluppo genera un aumento notevole di questa capacità.

• Allenati a pensare fuori dagli schemi, fai cose diverse dal solito ed evita una routine sempre uguale. Sii ricettivo e aperto a nuove interpretazioni della vita e della realtà, nuovi punti di vista, nuove mappe e nuovi approcci, principalmente quando sono diversi dai tuoi. Evita rigidi schemi mentali e rimanere fermo e radicato nella tua posizione.

• Quando vuoi essere più creativo, evita il bombardamento continuo di stimoli esterni superflui, come la tv, notifiche del cellulare, email e social network sempre connessi, ecc. Sconnettiti dal mondo virtuale per essere più connesso con la tua essenza. Lavora in un ambiente sereno, organizzato ed esente da continue distrazioni.

• Cammina in un ambiente della natura, come un parco o una spiaggia, preferibilmente deserta. Il tempo di solitudine nella natura sprona il potenziale creativo.

• Impara a gestire le tue emozioni. Le tecniche di respirazione, rilassamento e meditazione sono molto efficaci per raggiungere una perfetta padronanza dello stress e dello stato emotivo. Per migliorare la tua stabilità emozionale, leggi questo testo:
http://www.carlomea.it/visualizza_testo.asp?id=108

• Leggi buoni libri, che ampliano i tuoi orizzonti e generano la predisposizione a nuove idee.

• Non reprimere la tua naturale immaginazione ma evita che scorra a caso, cerca invece di incanalarla verso l’area dove vuoi dare vita a nuove idee.

• Anche quando svolgi altre attività, mantieni l’intenzione di generare nuove idee, in aree specifiche. Dopo è una questione di tempo finché le idee non arrivino. Porta sempre carta e penna con te, devi essere pronto per ricevere e scrivere la tua brillante idea.

Carlo Mea
www.CarloMea.it

VIDEO CREATIVITA’

Pubblicato in Home | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Carlo Mea e DeRose Art Company su RAI 1

https://youtu.be/tGc3BUGu7L0

Pubblicato in Home | Contrassegnato , | Lascia un commento

Ciclo cinema

ilaria-spada-scervino

Il 13 gennaio, alle 21.30, avremo il piacere di ospitare la grande attrice Ilaria Spada per la proiezione del suo film Se Dio vuole.
Il ciclo cinema ha come scopo esibire film che spronano un miglioramento nelle persone e inducono ad una riflessione sul messaggio del film.

Pubblicato in Home | Contrassegnato , | Lascia un commento

Concentrazione e gestione emotiva

https://youtu.be/e2CeVk2oSo4

Pubblicato in Home | Contrassegnato , , , | Lascia un commento